…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

martedì 24 aprile 2012

Ogni uomo è un mondo

Ogni uomo è un mondo, popolato
da ciechi esseri in oscura rivolta
contro l’io, il re che li domina –
In ogni anima imprigionate sono mille anime,
in ogni mondo nascosti mille mondi
e questi ciechi mondi inferiori
sono reali e vivi, seppure immaturi
com’è vero che io esisto. E noi sovrani
e principi dei mille in noi possibili
siamo noi stessi sudditi, imprigionati in
una creatura più grande, che io e l’essere
comprendiamo poco quanto il nostro superiore
che gli è sopra. Del loro amore e della loro morte
i nostri sensi non hanno afferrato che una sfumatura.
Come quando una grande nave passa
lontana al largo, sotto l’orizzonte, dove sta
nella luce della sera. E non ce ne accorgiamo
prima che un’onda ci raggiunga sulla riva
prima una, poi un’altra e molte altre ancora
che sbattono e rumoreggiano finché ogni cosa è
tornata come prima. Eppure tutto è diverso.
Come noi siamo afferrati da un’inquietudine strana
quando qualcosa ci dice che degli uomini hanno viaggiato
che liberati sono stati alcuni dei possibili.
Gunnar Ekelöf
Posta un commento