…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

martedì 24 aprile 2012

Nelle mie mani vuote

Nelle mie mani vuote
vorrei stringere un sogno,
un sogno avverato,
non solo
polvere del tempo,
non solo
il tremolio del desiderio.
Nelle mie mani vuote
vorrei veder posata
la tua anima,
le tue calze di seta,
il tuo quadrifoglio
portafortuna.
Seduto
su questo enorme
sasso compagno
del mio portico,
il sole corteggiatore
inventa l’ombra cupa
testimone della
mia solitudine.
I miei pensieri cercano
il nulla tra le mie mani,
scrutano ciò che il mio
desiderio immagina,
Il tuo viso,
le tue parole,
immaginando di cambiare
il destino, di frantumare,
l’infinito per poter
stringere l’attimo
in cui il tempo
ti farà vivere per me.
Roberto Perin
Posta un commento