…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

lunedì 19 maggio 2014

Dis_abito

Il tempo era una veste macramè  
traspirava d’azzurro
disegnavo giornate a tratti di pennello  
stracci intrisi di colla e di colori
ne uscivano velieri foglie visi
  gatti sornioni tavoli di rose  
fiorivano le sedie e i portaombrelli
erano le mie briciole
per ritrovarmi se mi fossi persa
segnature di foglie
oscillazioni d’una ragnatela
scrivo sui gusci vuoti della sera
di case dove vive il mio fantasma
avere un corpo per lasciarlo andare
arrotolarlo a denudarsi l’anima
sfilarselo dal sommo della testa.
Cristina Bove
Posta un commento