…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

venerdì 25 ottobre 2013

Il corpo dei sogni

Dietro un’immagine
di riflessi incrociati
vedo la tua sagoma
 E’ in me il tuo corpo
e il mio desiderio se ne ciba
fino ad acquistare in te sostanza
fuori di me
irraggiungibile
ardente calamita
del mio sogno
 Che costante aspira a divenire corpo
e costante se ne torna
all’intangibile realtà
del suo principio
 Tutto il mio corpo dunque si dissolve
ardente ormai e fuso
confuso nel tuo sogno.
Martha Canfield
Posta un commento