…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

lunedì 24 giugno 2013

Siamo stati in esso

Siamo stati in esso
e ci ha lasciato
per sem­pre nel buio. Fu cosa
nostra, ma noi l’ignoriamo,
e nes­suno ci dirà cos’era
per­ché fu solo nostro.
Oggi siamo,
come nati oggi – come se esso
fosse il nasco­sto ventre
che ci dette alla luce, dove siamo stati
non sap­piamo per­ché, né come, né quanto tempo,
né quando… –
E adesso, via a vivere di nuovo! Seguita
la pri­ma­vera ad abbellirsi.
L’uccello e il fiore, tranquillamente,
riem­piono di canti e di pro­fumi nel sole soave
il pic­colo giar­dino solitario
della strada di fra­stuono, pie­tra e ferro.

… Come potrà oggi la vita,
da un nido nel buio,
come cre­demmo ieri sera,
nella verde pri­ma­vera, essere più luminosa?
Juan Ramón Jimé­nez
Posta un commento