…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

sabato 17 novembre 2012

Se domani mi sveglio

A un tratto si respira meglio e l'aria della primavera
arriva fino in fondo.
Ma è solo una tregua che il dolore concede
perché possiamo dire la parola.
Ho guadagnato un giorno; ho assaporato il tempo
nella mia bocca come un vino.
Solitamente mi cerco nella città che passa
come la nave dei folli nella notte.
Trovo soltanto un volto: uomo vecchio e senza denti
cui la dinastia, il potere la ricchezza, il genio,
hanno dato tutto, tranne la morte.
 
È un nemico più temibile di Dio
il sogno che posso essere
se domani mi sveglio e so che vivo.
 
Ma d'improvviso l'alba
mi cade fra le mani come un'arancia rossa.
 Jorge Gaitán Durán
Posta un commento