…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

mercoledì 22 agosto 2012

Sono così convinto

Sono così convinto
della tua traspresenza in ciò che vivo
che la luce, la pioggia e il cielo sono
le forme in cui ti schivi,
vaga interposizione fra te e te,
che non sono mai solo
se la luce del giorno mi sembra la tua anima,
o quando illuminandosi le stelle
mi raccontano cose che tu pensi.
Quella goccia di pioggia
che cade sulla carta
non è una macchia livida, fiorita dall’azzardo,
quanto una vaga e diffusa violetta
che tu mi invii dall’aprile che vivi.
E poi, quando i contatti della notte,
massa di oscurità, solida massa,
vento, rumori, giungono e mi toccano
rimango immensamente
stupito di vedere
che il braccio che tendo non ti stringe,
e che ancora ti ostini
a non mostrarti tutta
vicina come sei , dietro a ogni cosa.
E sebbene tu palpiti
in ciò che è più vicino, io devo credere
-solo perchè il tuo corpo non si vede-
nella vaga finzione di essere solo
Pedro Salinas
Posta un commento