…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

lunedì 16 luglio 2012

Struttura

Tutta la tua struttura, bella mia,
Tutta la tua sostanza mi va a genio,
Tutto in te anela a diventare musica,
Tutto domanda d’esser messo in rima.
Nelle rime però muore il destino,
E il disaccordo delle sfere irrompe,
Da verità, nel nostro microcosmo.
La rima non è replica di versi,
Ma contromarca presa al guardaroba,
Biglietto per un posto alle colonne
Nel rombo eterno di radici e viscere.
Nelle rime respira quell’amore
Che qui fuoriesce con difficoltà,
Davanti a cui si aggrottano le ciglia,
E fa arricciare il naso alla radice.
La rima non è replica di versi:
Ma permesso d’ingresso, per scambiare
Come un mantello contro una piastrina,
Il pesante fardello dei mali,
La paura del chiasso e del peccato
Con la sonora lamina del verso.
Tutta la tua sostanza, bella mia,
Tutta, bellezza mia, la tua struttura
Toglie il respiro e pungola al cammino,
E trascina a cantare, e dà delizia.
Ti cantò nei suoi marmi Policleto.
Le tue leggi già furon promulgate.
Le tue leggi si pèrdono nei secoli:
Tu mi sei nota dall’antichità.
1931
Boris Pasternak
Posta un commento