…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

domenica 3 giugno 2012

Una pausa di riflessione

Quel che non è e non può essere ho cercato,
per una speranza prolungata si è ammalato il mio cuore:
ma occorrono anni per abbandonare
una speranza di gioventù.
Aspettavo vigile e risoluta:
l’oggetto anelato sembrava fuggire,
pure di giorno in giorno,
vigile aspettavo.
A volte dicevo: tutto questo non sarà mai,
la speranza vacilla e finirà.
Ora rinuncio e troverò pace:
e non ho rinunciato mai.
A volte dicevo: quello che desidero
è un vuoto nome, perchè dare via per un nome
la pace dei miei giorni?
Pure io la davo.
Sciocca! Incapace di sana gioia
e  di salutare dolore:
è una traccia vana
e ancora l’insegui.
Christina Rossetti
Posta un commento