…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

giovedì 24 maggio 2012

Una come lei

In giro sono andata, strega posseduta
Ossessa ho abitato l'aria nera, padrona della notte;
sognando malefici, ho fatto il mio mestiere
passando sulle case, luce dopo luce:
solitaria e folle, con dodici dita.
Una donna così non è una donna.
Come lei io sono stata.
Ho trovato nei boschi tiepide caverne,
e pentole e amuleti, tavole
e armadietti, infinità di oggetti
e sete ho ammassato;
per elfi e vermi cene ho preparato:
mugolando ho sistemato le cose fuori posto.
Una donna così non è capita.
Come lei sono stata.
Sul tuo carro, o cocchiere, son salita,
a braccia nude ho salutato paesi che passavano,
e le ultime strade luminose, ho conosciuto,
sopravvissuta alle tue fiamme che ancora rompono le gambe
e alle tue ruote che ancora rompono le ossa.
Una donna così non ha vergogna di morire
Come Lei io sono stata.
Anne Sexton
Posta un commento