…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

mercoledì 12 marzo 2014

Senza titolo

Mattine disastrate, sola in casa, avanti e indietro scalza dal computer al frigo per trovare una frase nel rhum nel whisky, e non so mai quanto, scrivo anche mail, confondo i destinatari e dico ciò che non dovrei mai dire perché il mondo ha i suoi usi e una decenza. Io non l'ho appresa.
Non mi contengo
come fanno gli altri,
io cerco di spiegargli
la mia rovina e so che non si spiega,
e quando è mezzogiorno trasalisco,
devo tornare all'ordine,
vestirmi, mascherare
il caos in cui mi è parso di danzare – ma se è l'unica
felicità che ormai conosco!
Sei…sei in te? osserva gentilmente
il mio compagno a tavola.
Non è severo, solo non capisce. Lui non si chiede
che senso abbiano i giorni –
ovvero sì: nessuno.
Ma io non posso crederci.
Anna Maria Carpi da "L'asso nella neve"
Posta un commento