…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

martedì 28 gennaio 2014

I tuoi occhi sono fuochi

I tuoi occhi sono fuochi e l’anima mia pece e resina.
Allontanati, da me fuggi prima ch’io m’accenda e arda!

Sono un violino con tutte le canzoni nella sua cassa,
tu puoi farlo suonare – come vuoi – quanto vuoi!
Allontanati, ritorna da me ! Voglio ardere, voglio pace.
Sono desiderio, nostalgia al limite tra autunno e primavera.
Tese sono tutte le corde, e tu lasciale cantare, ebbre e folli
I miei anni d’amore, per un’ultima meravigliosa canzone.
Ritorna, fuggi da me ! Come sera autunnale lasciaci ardere;
la gioia della bufera pervade il vessillo di sangue e oro –
finché sia quiete e sgorga nel meriggio svanire i tuoi passi,
tu, l’ultima compagna della mia giovinezza ardente.
Erik Axel Karlfeldt
Posta un commento