…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

domenica 17 novembre 2013

LETTERA DI BEATRICE A DANTE (In un giorno impossibile da precisare)

Per volontà divina
ci unisce la memoria.
L’ombra del tuo vicino tormento
si mescola con la mia
delicatamente, come se entrasse in paradiso.
Agonia:
emergi dal fondo dei secoli!
Se potessi lancerei il tuo nome
alle braccia infinite della notte.
Libera
sarei un uccello non toccato dal cielo.
Ombra slanciata
brilli esiliata.
Quando tornerai in paradiso
sarà il mio volto
una visione di candele
accesa in desolazione.
Sarà il mio corpo
una visione di candele
accesa in desolazione
un abito rumoroso
tra lucenti ossa.
Quale fatalità
incatena l’anima
alle fallite illusioni?
È bello starsene in silenzio
quando s’è visto il fuoco
cadere dal cielo.
Lauren Mendinueta
Posta un commento