…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

sabato 5 ottobre 2013

MAJAKOVSKIJ NELL'ANNO 1913



Nella tua gloria non ti ho conosciuto,
Solo ricordo il tuo inizio impetuoso,
Ma forse oggi ho ragione
Di rammentare un giorno di quegli anni lontani.
Come nei versi tuoi si rafforzavano i suoni,
Crescevano nuove voci…
Non impigrivano le giovani braccia,
Impalcature tu erigevi minacciose.
Quello che tu sfioravi più non sembrava
Ciò che fino ad allora era stato,
Quanto tu demolivi - rovinava,
Una condanna batteva in ogni parola.
Solo e spesso scontento,
Con impazienza affrettavi il destino,
Sapevi che presto saresti entrato libero, gioioso
Nella tua grande lotta.
E già del flusso il rombo risonante
Si udiva, quando a noi leggevi,
La pioggia torceva gli occhi irosa,
Con la città intavolavi disputa furiosa.
E il nome non udito ancora
Quale folgore dentro afosa sala volò,
Per iniziare adesso, da tutta la nazione custodito,
A risuonare - segnale di battaglia.
1940
Anna Achmatova
da Io sono la vostra voce…, Edizioni Studio Tesi, 1990, a cura di Evelina Pascucci
Posta un commento