…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

domenica 25 agosto 2013

Per la stanchezza

Terra!
Lascia che copra di baci il tuo capo quasi già calvo
con brandelli delle mie labbra sporche di belletti altrui.
Col fumo dei capelli sull’incendio degli occhi di stagno
lascia che avvolga i seni incavati delle paludi.
Tu! Siamo in due, tu ed io,
lacerati di ferite, braccati come daini,
nell’impennato nitrito dei cavalli sellati della morte.
Intorpiditi d’ira gli occhi dei fuochi che marciscono negli
acquazzoni,
il fumo da dietro la casa ci raggiungerà con le lunghe zampe
Sorella mia!
Negli ospizi dei secoli venturi,
forse, mi si troverà una madre;
io le ho gettato un corno insanguinato di canti.
Gracidando, saltella nel campo
un fossato, verde spione,
per imprigionarci
con le corde delle sudice strade.

Vladimir Majakovskij
Posta un commento