…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

lunedì 29 luglio 2013

Di calendari, di meridiane

Sai tutto di me: sai anche quello
che è posato sulla mia scrivania.
Non devo entrare, hai ragione:

e non passa il tempo, o passa
inavvertibile in tua compagnia.
Il sole è ancora alto, come è possibile?

Nell'edera dove tu affondi
i piedi, le tue scarpe di corda,
quei brividi sono gechi che la traversano

in cerca di caldo. Il giardino
è in una rete di verdechiaro
e di oro inazzurrato. Andare via

ancora, riprendere il cammino,
hai ragione: non è questione
di calendari, di meridiane.
Giuseppe Conte
da "Dialogo del poeta e del messaggero"
Posta un commento