…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

mercoledì 29 agosto 2012

Quindi farò tardi

Perchè
ogni volta che scrollo il passato
dalle mie spalle
il suo sole scende su di me,
trafiggendo la mia testa?
chiedo all'acqua,
ai passanti, ai ragazzi che escono di prima mattina:
Perchè mi seguite?
Nel mio cestino non ci sono pagnotte
da spezzare dopo il lavoro,
nessun fiammifero
per illuminare l'oscurità,
nemmeno un fazzoletto
da sventolare in segno di resa.
Pongo domande alla morbida roccia,
ai rami secchi e altezzosi,
alle poche luci che rimangono
dietro tende lontane.
Pongo domande
per evadere questi ricordi
e preoccuparmi di trovare
un'altra strada per raggiungere casa.
Nujum al-Ghanim o Nujoom AlGhanem n. a Dubai, Emirati Arabi Uniti il 24/10/1962
(da "Non ho peccato abbastanza", antologia di poetesse arabe contemporanee)
Posta un commento