…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

lunedì 20 agosto 2012

Le mele della domenica mattina

A William Sommer

Le foglie ancora cadranno qualche volta
e copriranno il vello
della natura con tutti quei propositi
che sono la tua ricca e fiduciosa
forza di tratto. Ma ora
molte provocazioni alla primavera vi sono
in quel nudo maturo con la testa
alta
in un regno di spade,
con la sua ombra di porpora che esplode
sull'inverno del mondo
dal bianco che grida alla neve la sua sfida.
Davanti al sole un ragazzo corre con il cane,
a cavalcioni della spontaneità che forma
le loro orbite indipendenti, la loro eternità di luce
nella valle dove vivi
(che ha nome Brandywine).
Laggiù ho visto le mele che agitano tutti i tuoi segreti, —
amate mele della pazzia stagionale, che nutrono
le tue domande con aereo vino.
Pónile ancora accanto ad una brocca, con un coltello,
in perfetto equilibrio e pronte all'esplosione —
le mele, Bill, le mele!
Hart Crane
Posta un commento