…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

mercoledì 18 luglio 2012

La quiete marina

Nella calura del mezzodì
Guardo alla piccola finestra:
Il cielo chiaro, il mare chiaro,
Le nuvolette chiare, il sole chiaro.
Certo, è una landa di luce
E di un’azzurrità dorata,
Qui, certo, non hanno mai sentito
Che al mondo esiste la sventura!
La quiete marina… il mare
Muove appena le onde;
Le vele bianche sulle barche
Non s’agitano per il vento.
Con un lieve sciabordio si slancia
Verso riva una piccola onda perlacea;
Qualcuno governa un’esile barchetta,
Si snoda una sentierino dorato.
Qualcuno governa un’esile barchetta,
Sollevando lentamente i remi,
E sembra che dal piccolo remo
Discenda oro puro.
Come vorrei ora salire
A bordo dell’esile barchetta
E navigare su una via dorata
Lontano sino al tramonto del sole!
Navigherei sino al tramonto,
E dal tramonto all’alba,
Sulla via che il sole luminoso
Ha steso tra le acque.
Non mi spaventano i venti,
Né le pietre sott’acqua, –
Non me ne ricorderei
Nella landa dei raggi eterni.
Lesja Ukraïnka

Evpatorija, 16 agosto 1890
Posta un commento