…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

sabato 28 aprile 2012

Denuncia

Sognerò, sul tuo seno calmo,
il sogno invisibile del cieco dalla nascita.
Dormirò, sulle tue palpebre chiuse,
come un pesce guizza tra i rami d'albero
riflessi nell'acqua.
Dormirò, sulle tue mani posate sul mio corpo,
il desiderio di accarezzarti senza pericolo
- non ti toglie le squame, farfalla imprigionata.
Dormirò, sul tuo sesso, la solitudine del mio
che esiste affinché io pensi a te.
Dormirò, sulla tua vita, la caparbietà umana
di un senso universale delle cose con noi.
E se, dopo, amore mio, saremo sterili,
se l'indugio del tempo avrà avuto un gesto abbandonato,
e la morte, intorno a noi, un mugnaio senza grano,
il mondo che verrà ci invidierà
e il nostro spirito dovrà perdonarci.
Jorge De Sena
Posta un commento