…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

martedì 17 luglio 2012

Sordina

Chi suona il piano sotto la pioggia, nel pomeriggio scuro e deserto? Di quale antica, limpida musica ricevo il ricordo concluso?
La mia vita, in una poltrona giace, davanti alla finestra aperta. Vedo alberi, nuvole — e la lunga rotta del tempo, scoperta.
Fra i miei occhi riposati e le mie riposate orecchie, qualcuno coglie con dita calme rami di suono, scoloriti.
La pioggia si confonde con la musica. Suonano così lontano! Il giorno cupo mescola piano, albero, nuvole, secoli di malinconia...
Cecilia Meireles (da Giorni felici)
Posta un commento