…Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare… io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare.

...solo un sogno, un'emozione...una nuvola...solo un alito di vento che ti sfiora, solo l'eco dei tuoi passi nella sera...

mercoledì 11 aprile 2012

Legge non scritta

Interessante come ci innamoriamo:
nel mio caso, in modo assoluto.
In modo assoluto e, ahimè, spesso - così era nella mia gioventù.
E sempre con uomini piuttosto giovanili -
immaturi, imbronciati, o che prendono timidamente a calci foglie morte:
alla maniera di Balanchine.
Nè li vedevo come ripetizioni della stessa cosa.
Io, con il mio inflessibile platonismo,
il mio fiero vedere solo una cosa alla volta:
ho decretato contro l'articolo indefinito.
Eppure, gli errori della mia gioventù
mi rendevano senza speranza, perchè si ripetevano come è di solito vero.
Ma in te sentii qualcosa oltre l'achetipo -
una vera espansività, un'esuberanza e un amore della terra
profondamente estranei alla mia natura.
A mio merito, benedissi la mia buona fortuna per te.
La benedissi in modo assoluto, alla maniera di quegli anni.
E tu nella tua saggezza e crudeltà
mi hai gradualmente insegnato l'assenza di senso di quel termine.
Louise Gluck
"Nuovi poeti americani" - Einaudi, 2006
Posta un commento